oTTo

Lontano dalla confusione delle zone più centrali e turistiche di Milano. Immerso in una zona multiculturale e caratterizzata dal continuo dinamismo: Paolo Sarpi, più celebre, forse, come la Chinatown milanese. Eppure non si tratta di un ristorante cinese.

Funziona così: entri, ti dirigi verso il bancone, scegli la tipologia di menù, e ordini; ti verrà consegnato un numerino in modo tale che, quando ciò che hai ordinato sarà pronto, i camerieri riusciranno a trovarti. La peculiarità è che il menù cambia ogni giorno, ma è sempre adatto agli amanti del bio e della cucina sana. In pratica, oTTo riuscirà sempre a sorprenderti e ogni volta la tua esperienza sarà diversa, come se fosse sempre la prima volta.

La struttura e l’arredamento di oTTo riescono a far sentire ciascuno a proprio agio. In un locale luminoso, ampio, e caratterizzato dalla presenza di molto verde, i tavoli si alternano a divani. Infatti da oTTo non solo trovi persone che mangiano o bevono, ma spesso e volentieri ti imbatti anche in gente che studia, che lavora o che semplicemente si rilassa o scatta foto. oTTo si presenta al pubblico infatti con l’idea di essere “un posto nuovo dove vivere Milano”. Gli intenditori di musica apprezzeranno anche le playlist di sottofondo, sempre ricercate e curate.

Se vai da oTTo, non puoi uscire senza avere provato almeno uno dei quadrotti, cioè fette di pane in cassetta guarnite con ricette particolari e bio, e senza avere “instagrammato” una foto!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...